DALLA FANTASCIENZA AI FATTI SCIENTIFICI

 

Ricordo vividamente l'articolo sulla rivista Parents del maggio 1981. Sulla copertina della rivista c'era il seguente titolo: “Che cosa sta facendo la scienza con la razza umana? Uno scioccante resoconto sulla sperimentazione genetica”. Nel 1981 la maggior parte dei lettori pensava che l'ingegneria genetica fosse solo fantascienza. Oggi le predizioni che furono fatte allora sono diventate realtà.

La Bibbia ci dà qualche risposta sul perché l'uomo abbia deciso di giocare a fare Dio e di trafficare con la vita? Secondo le Scritture l'uomo fu creato da Dio e ad immagine di Dio, ma Dio non ha mai voluto che l'uomo giocasse a fare Dio.

Nell'aprile del 2004 fu annunciato al mondo che degli scienziati asiatici avevano prodotto un topo senza padre. Inviai immediatamente la notizia a tutte le persone presenti sulla nostra lista newsletter di “Understand The Times” (“Comprendere i tempi”), avvertendole del topo senza padre che era stato creato artificialmente. Per qualche ragione avevo supposto che tutti avrebbero capito perché un topo senza padre fosse così significativo, senza fare commenti.

Ma la mia supposizione era sbagliata. Immediatamente ricevetti un certo numero di risposte da diverse persone. Tutte chiedevano la stessa cosa: cosa c'è di così significativo nella creazione da parte degli scienziati di un topo senza padre?

È interessante per me vedere come il tempo sia in grado di desensibilizzare il modo in cui la società guarda alle questioni morali ed etiche, come quella che stiamo discutendo. Nel 1981 ci furono shock e sgomento quando furono fatte delle predizioni riguardo al futuro dell'ingegneria genetica e alla possibilità di plasmare e formare la vita attraverso l'ingegneria genetica.

Nell'articolo “Embryo Technology” (“La tecnologia dell'embrione”) che fu pubblicato sulla rivista Parents nel maggio dell' '81 il dottor Kurt Semm, capo del Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia dell'università di Kiel, dichiarò la sua opinione riguardo alla direzione in cui si stava dirigendo la ricerca genetica vent'anni fa. Disse: “C'è un vecchio modo di dire tedesco che tradotto volgarmente significa 'Non si dovrebbe mettere il naso negli affari di Dio'”. Lo disse perché era stato appena annunciato al mondo che un giorno saremmo riusciti a produrre una discendenza senza un genitore maschio. Come diceva l'articolo: “Pierre Soupart, dell'università di Vanderbilt, a Nashville (Tennessee) ha veramente il potenziale di rendere i maschi inutili alla genitorialità. I loro esperimenti con i topi indicano che due uova possono essere fuse in modo da iniziare a dividersi senza l'aiuto dello sperma”.

Se le persone ai giorni nostri non capiscono il significato di una discendenza senza padre, lo capivano allora. Nello stesso articolo c'era una grande immagine che mostrava due lesbiche, i corpi nudi uniti insieme a formare un unico ventre. Non serviva usare l'immaginazione per capire il significato di questa immagine, né allora né ora.

La Bibbia dichiara che l'uomo riuscirà a mettere in atto qualunque cosa gli venga in mente di fare. Per quanto riguarda l'avere una “discendenza senza padre”, è solo questione di tempo. Dal mio punto di vista l'ira di Dio che si riverserà sugli uomini empi predetta nella Bibbia si trova dietro l'angolo.

Mi chiamo Roger Oakland. Questa è una prospettiva biblica per aiutare a comprendere i tempi.